UICILIGURIA.IT

Unione Italiana Ciechi e Ipovedenti Onlus
sezione regionale della Liguria

LE CONFERENZE MUSICALI!

Il brano che ascoltate in sottofondo e' di Mendelssohn - Preludio in Si minore Op. 104a ed e' eseguito, al pianoforte, dal maestro genovese Luciano Romanelli (curriculum personale piu' in basso nella pagina) del quale, cliccando sui sottostanti link, e' possibile ascoltare direttamente on line o prelevare gratuitamente, in formato MP3, le 18 conferenze che compongono il corso di musica e cultura fra Sette e Ottocento.

Premessa
Introduzione e orientamento
Il mondo di Mozart
Beethoven anticipatore del Romanticismo
Romanticismo fra arte e cultura
Chopin
Chopin, un'ereditÓ possibile
Suggestioni letterarie e musicali nell'opera di Schumann
Tendenze neoclassiche nel tardo Romanticismo, Brahms e Franck
Il mito dell'eroe e della volontÓ in Wagner e dintorni
Bruckner e Mahler, certezze e angosce in una nuova dimensione della sinfonia
Magia e vaghezza di contorni nell'impressionismo di Debussy
Il gruppo dei Sei
Dal nuovo mondo uno sguardo alla vecchia Europa
La scuola di Sch÷mberg, la rivoluzione dodecafonica
Stravinskij, tre stili, un compositore
Al di lÓ dell'ultima frontiera (1)
Al di lÓ dell'ultima frontiera (2)

foto del maestro

Curriculum vitae

Luciano Romanelli, nato ad Alessandria d'Egitto, si Ŕ trasferito a Genova da bambino e qui ha sviluppato lo studio del pianoforte sotto la guida del maestro Michele Dameri, conseguendo il diploma con il massimo dei voti presso il Conservatorio Musicale "Nicol˛ Paganini" di Genova.
Ha poi seguito diversi corsi di perfezionamento a Milano, fra l'altro con il maestro Alberto Mozzati.
Si Ŕ laureato con lode in Pedagogia presso l'UniversitÓ di Genova, discutendo la tesi "Musica e Filosofia nella cultura romantica".
Avendo poi vinto un concorso nazionale a cattedre, ha insegnato Musica nonchÚ Pianoforte per vari anni presso l'Istituto Magistrale Statale "Raffaello Lambruschini" di Genova.
Ha ideato e tenuto corsi di approfondimento storico-musicale ed interdisciplinare, e di aggiornamento, rivolti ad insegnanti appartenenti a scuole di ogni ordine e grado.
Ha tenuto inoltre conferenze sempre su temi inerenti le connessioni fra musica e cultura, nonchÚ concerti pianistici per conto di Enti ed Associazioni nazionali ed internazionali fra cui: l'UniversitÓ degli Studi di Genova, l'"Arcipelago" (SocietÓ Internazionale per l'UnitÓ delle Scienze), SocietÓ della quale egli Ŕ membro, l'U.C.I.I.M. (Unione Cattolica Insegnanti Medi); l'Accademia Musicale Teresiana, il Progetto C.R.E.A., "UmanitÓ Nuova", il "Lyceum".
Luciano Romanelli ha pubblicato sulla rivista "Filosofia oggi" alcune delle relazioni tenute, nonchÚ recensioni di estetica musicale.
Attualmente, si dedica soprattutto all'attivitÓ concertistica. Fra i suoi ultimi recitals in Liguria, quelli presso L'Oratorio S. Filippo Neri e l'Auditorium "G. Verdi", a Genova.
Programma di tali concerti: Mozart: "Sonata K 331"; Beethoven: "Sonata N.8 (Patetica)"; Chopin: "Scherzo Op-20", due " Notturni" (Op-15 N-3, Op-72 N-2), due "Mazurche" (Op-17 N-4, Op-33 N-2),"Polonese" Op.53.
Altri recitals sono stati tenuti dal Maestro presso il Teatro del Santuario di Arenzano, (col patrocinio dell'"Accademia Musicale Teresiana"); l'Auditorium del Liceo Istituto "S. Maria Immacolata", Genova, l'Auditorium "G. Verdi", per conto del progetto "C.R.E.A." (Cultura Ricreazione Espressione Arte), e di "Liguria Eventi", con i seguenti programmi:
Mozart: "Fantasia" K 297, Beethoven: "Sonata XXI" ("Aurora"), Chopin: Ballata" Op.38," Notturno" Op.27 N.1, due "Mazurche", (Op.7), ,"Polacca" in La Bemolle Maggiore ("Eroica") Op.53 Mozart: Dodici " Variazioni" K 265,"Sonata" K 457, Chopin, "Notturno" Op.48, tre "Mazurche" (Op.41, N.3, Op.33 N.4, Op.7 N.1), Liszt: 2 Grandi Studi da concerto : "Un sospiro" e " Studio in mi Bemolle maggiore", sul tema di un "Capriccio" di Niccol˛ Paganini.
Ed ancora, un recital del Maestro, con il medesimo programma, si Ŕ tenuto presso la Sala Conciliare del Comune di Diano Marina, con il patrocinio del Comune stesso.
Il Maestro ha tenuto l'ultimo recital presso il Teatro-Auditorium del Santuario di Arenzano, nell'ambito delle celebrazioni per il centenario del Santuario stesso che, insieme con l'Accademia Teresiana, ha organizzato la manifestazione. Il programma eseguito Ŕ stato il seguente:
L. V. Beethoven - "Sonata quasi una Fantasia Op.27 N.2" in Do diesis minore ("Al chiaro di luna"). F. Chopin - Quattro brani: "Berceuse Op.57"; "Notturno Op.37 N.1" in Sol minore; "Valzer Op.70 N.1" in Sol bemolle maggiore; "Valzer Op.64 N.1" in Re bemolle maggiore ("Valzer del minuto"). F. Mendelssohn-Bartoldy - Cinque brani: "Preludio Op.104A" in Si minore; Dalle "Romanze senza parole": "Op-30 N.3" in Mi maggiore; "Op-19 N.3" in La maggiore ("Canto dei cacciatori"); "Op-53 N.4" in Fa maggiore; "Studio Op.104B" in Si bemolle minore. M. Ravel - "Jeux d'eau" - ("Giochi d'acqua"); Da "Miroirs": "Alborada del Grašioso".
Luciano Romanelli ha tenuto una lezione-concerto richiesta dall'Associazione Culturale "Lyceum" presso il Circolo"Il Tunnel", sul tema "Il pianoforte di Chopin", eseguendo e illustrando una ricca antologia di brani chopeniani.
Sono in avanzata fase di realizzazione vari concerti in sale e/o teatri della Regione Toscana e Piemonte.

Torna alla pagina principale