Resoconto degli incontri della delegazione genovese dell'UICI

Oggi pomeriggio (27 ottobre 2011), assieme ad una piccola delegazione, abbiamo preso parte alla prima delle manifestazioni che il terzo settore (quello
che si occupa dello
stato sociale) ha indetto in Liguria per far crescere la sensibilizzazione sul danno che porterebbe a tutti i cittadini in difficoltà e anche a noi l'attuazione
della riforma dello stato sociale, compresa la questione dell'indenità di accompagnamento. Una delegazione è stata ricevuta dal Prefetto che si è fatto
carico di trasmettere a Roma le nostre rimostranze. Giovedì prossimo alle 17 altra manifestazione sotto gli uffici della Regione in piazza Deferrari per
chiedere che la regione tenga conto dei nostri problemi nel redigere i bilanci pe il 2012. Il 10 e il 17 novembre altre due manifestazioni che chiameranno
in causa sia il Comune che la Provincia su questi stessi problemi. Il 24 novembre poi, manifestazione finale in piazza Deferrari, per far vedere quanto
è cresciuto il movimento che si oppone a queste leggi. Credo sia necessario che i genovesi iscritti alla lista ci facciano su un pensierino per partecipare
perchè, come saprete da stampa e midia, la situazione è sempre più confusa e, se non ci nuoviamo, soprattutto non da soli, rischiamo davvero di perdere
quanto abbiamo finora conquistato e non abiamo ancora perso. L'ufficio è chiuso il 31 ottobre, ma potete sempre raggiungermi sul celulare; spero che saremo
molti di più giovedì prossimo. Inoltre devo comunicarvi che lunedì scorso sono stato ricevuto dal capo gabinetto del Prefetto che si è impegnato a trasmettere
al Ministro dell'economia e al Presidente del Consiglio ili nostro documento. Oggi lo stesso documento è partito per essere consegnato domani al Segretario
Generale della C G I L durante la manifestazione che ha indetto a Roma; per inciso va detto che finora la Camusso è l'unica che ha citato l'indennità di
accompagnamento nel suo intervento durante la manifestazione del 6 settembre scorso. Date queste informazioni, vi saluto e a presto

Eugenio Saltarel



[Indietro]